Filomena De Luca

Dedicato a Filomena...

Quel 04 giugno 2005

 Filomena De Luca, ha 18 anni, quando, sulla rampa di raccordo che collega Viale Giacomo Mancini all’autostazione, per andare a prendere una sua compagna di scuola, dove si stava recando, in sella al suo “Scarabeo”, viene investita da un autobus di linea.
La sua giovane vita viene spezzata, così, all’improvviso e casualmente.
Una semplice, felice, solare, ragazza muore.
Si stava preparando per affrontare l'ultimo compito in classe e dopo vivere la spensierata felicità di una estate al mare, in attesa di una nuova esperienza che l’attendeva a settembre.
Un settembre che per lei non arriverà mai.
Ha camminato con noi, limpida, luminosa, bella, semplice, pulita.
L’Associazione Filomena De Luca nata da quella tragedia, è voluta fortemente dal papà Carlo, dalla mamma Marinella e dal fratello Giuseppe.
Prima è il desiderio di memoria, è la mano tesa alla collettività perché non si dimentica Filomena; è la voglia di dare all’assurdità dell’evento, un senso; alla morte, l’illusione della vita.
Filomena, così, vive tra noi.
E questo non è più solo desiderio di memoria, ma è molto di più:
è voglia di creare, è voglia di realizzare, è voglia di aiutare, è voglia di ascolto e attenzione, è messaggio.

 

 
 

seguici su youtube